L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

sabato, 18 novembre 2017

Politiche 2018. Assalto alla diligenza per il guiderdone

di Angelo Gattafoni
DITO IN UN OCCHIO - Sono già a buon punto le grandi manovre per le candidature alle politiche del 2018. Anche nelle Marche ed in Provincia già girano le indiscrezioni sui nomi che, al 90%, non sono nuovi.

Ci siamo ormai abituati ai rituali dei partiti, all’interno dei quali si consumano alleanze, divorzi, complotti, tradimenti e pugnalate alle spalle per conquistare gli scranni più ambiti e meglio remunerati. Ci siamo abituati a considerare normali i duelli all’ultimo sangue il cui obiettivo finale è l’affermazione della propria promozione al rango di parlamentare. A costo di apparire un ingenuotto, non mi stanco di dire e scrivere che tutto ciò è la negazione del prestigioso ruolo di legislatori assegnato ai componenti delle Camere; una veste che presuppone l’impegno del parlamentare per tutelare l’interesse generale e per ricercare le migliori soluzioni per il bene del Paese.

Ora, non credo di dover insistere sul fatto che è diffusa e profonda la sfiducia della maggior parte dei cittadini contro il Parlamento, che molti considerano pieno di delinquenti e ladri. Ma già tanti anni fa Piero Calamandrei, prestigioso costituente, osservava che il discredito da parte delle persone si ferma ai comportamenti e profitti che costituiscono reato ( ma che sono circoscritti e perseguibili dalla Magistratura ) mentre risultano sostanzialmente compatibili tutti gli altri moventi: ambizione, vanità, faziosità, intrigo elettorale e soprattutto lo scopo di vivere di politica mediante i lauti compensi delle cariche. Questa psicologia “elettoralistica” è veramente una delle cause più profonde della decadenza parlamentare e dell’immiserimento della lotta politica che, da competizione per l’affermazione di un progetto politico, si trasforma in lotta di persone singole per la propria elezione. E purtroppo l’elettore è portato a trovare naturale che chi si è accaparrato il seggio faccia di tutto per rimanerci e non si scandalizza delle manovre che può fare per questo scopo.

I cittadini debbono, al contrario, farsi consapevoli di questo equivoco e pretendere che chi chiede loro il voto lo faccia in maniera disinteressata ed a tutela dell’interesse comune. E per fare ciò debbono allora “partecipare” e capire, attraverso una conoscenza meno superficiale se il candidato, per preparazione, storia personale e comportamento morale è in grado di “sacrificarsi” per il bene del Paese. Al contrario, se si disinteressano con la scusa che, tanto sono tutti uguali, non solo pregiudicano gli altri cittadini e l’interesse del Paese, ma non possono credere di giustificarsi sbraitando, poi, che i parlamentari sono delinquenti e ladri. D’altra parte dovrebbe essere considerato ovvio che chi concorre a rappresentare i cittadini ed i loro interessi lo faccia con impegno e sacrificio, mettendo a disposizione preparazione e fatica personali.

Appare quindi equo prevedere delle congrue indennità, sostitutive anche del reddito che viene meno temporaneamente. Ma se, in concreto, l’indennità costituisce la ragione assorbente per l’assunzione del ruolo di parlamentare, è fatale che ciò immiserisca la funzione e che nelle Camere ci sia stretta obbedienza agli ordini dei capi bastone. Anche perché ormai si diventa deputati e senatori, anche a sinistra, se si è obbedienti al capo, non per aver dimostrato capacità. Anzi, visti gli eletti attuali, si capisce che mancano cultura, conoscenze e sapere adeguati. Piove sul bagnato di una classe dirigente irrilevante ed inetta, che ha portato il Paese allo sbando.

Commenti:

Saldi

Saldi di fine stagione, si parte il 5 gennaio

Saldi di fine stagione, si parte il 5 gennaio

MARCHE - La Regione Marche ha individuato i periodi dell’anno in cui sarà possibile effettuare le vendite di fine stagione del 2018.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.