L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 02 luglio 2020

Empoli: un periodo complicato

SPORT-  Non c’è pace per l’Empoli. Dopo l’immeritata retrocessione dello scorso anno, dove gli uomini di Andreazzoli hanno mostrato sprazzi di gran calcio, la squadra toscana sta faticando a trovare continuità di risultati.

Il campionato cadetto si sta mostrando estremamente complicato, nonostante il Presidente Corsi abbia attrezzato una rosa da immediata risalita in massima serie. Dopo le fatiche in Campionato anche la recente sconfitta in Coppa Italia con la Cremonese mostra i limiti caratteriali di una squadra che non riesce a sbloccarsi.

Serie B: un filotto…da incubo!

Eppure fino ai primi giorni di ottobre la squadra allora guidata da Christian Bucchi sembrava destinata ad un campionato da vertice. Ma dalla sconfitta con il Pordenone in casa Empoli si è spenta la luce. Quattro sconfitte e quattro pareggi in otto partite, filotto negativo che ha spinto la dirigenza ad esonerare Christian Bucchi e chiamare in causa l’ex attaccante romano Roberto Muzzi.

Muzzi: partenza in salita

Per Roberto Muzzi si tratta inoltre della prima vera esperienza da tecnico in una squadra professionistica. Prima dell’approdo a Empoli il nuovo allenatore ha avuto importanti esperienze come collaboratore di Andreazzoli (Roma e Empoli) e Stramaccioni (Panathinaikos e Sparta Praga). La nuova avventura però è partita con prevedibili difficoltà, dovute anche ad una rosa talentuosa ma che non riesce ad esprimere il suo pieno potenziale.

Due sconfitte e un pareggio nelle ultime uscite

Il primo impegno con Roberto Muzzi alla guida dell’Empoli è stata la sfida casalinga con il Venezia di Dionisi. Dopo una partenza a razzo, sancita dal gol di Mancuso al quinto minuto, la squadra toscana ha mostrato i soliti limiti di personalità. Il Venezia ha ringraziato e, dopo aver colpito due legni, ha pareggiato all’86esimo minuto con un rigore di Aramu. Nemmeno nella gara successiva, la trasferta di Frosinone, l’Empoli è riuscita ad invertire la rotta. Quattro gol subiti e nessuno realizzato, con la difesa empolese in evidente stato confusionale. La gara successiva in Coppa Italia poteva essere l’occasione per raddrizzare le sorti del mese nero novembrino. Con una squadra rimaneggiata e ritoccata dal turnover Muzzi si è presentato al cospetto della Cremonese impostando una partita molto difensiva. I grigiorossi però hanno trovato il vantaggio al 33esimo del primo tempo con Claiton ed hanno gestito il match fino alla fine.

I prossimi impegni

Archiviati quindi anche la Coppa Italia l’Empoli dovrà cercare di risalire la china prima della lunga sosta post-natalizia. Da qui al 29 dicembre sono previste 5 gare che delineeranno il futuro di Muzzi e dei suoi ragazzi. Il primo impegno sarà il match casalingo con l’Ascoli, attualmente in zona play-off. In seguito gli empolesi saranno di scena sul difficile campo dell’Entella prima di tornare nuovamente al Castellani per affrontare la Salernitana. Verso fine anno poi la trasferta di Cosenza e il derby con il Livorno chiuderanno un mese decisivo per capire le vere ambizioni della squadra.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.