Covid, focolaio in un cantiere: 16 operai positivi

L'allarme al campo base di Borgo Tufico di Fabriano

154

Sono 16 i casi di positività al Coronavirus registrati tra gli operai del campo base di Borgo Tufico di Fabriano. Si tratta del personale in subappalto che lavora nell’ambito del progetto Quadrilatero, sia SS 76 che Pedemontana Fabriano-Muccia.

Nell’ambito dei cantieri per la costruzione della direttrice Perugia-Ancona, risulta sotto controllo ed è gestita con la massima attenzione, nel rispetto scrupoloso delle procedure in vigore e in accordo con l’Asur Area Vasta 2 di Fabriano” spiegano da Anas Marche.

Si tratta di lavoratori, prevalentemente operai di cantiere, provenienti da altre zone d’Italia che, nello scorso fine settimana hanno ricevuto l’esito, purtroppo positivo, del tampone molecolare effettuato in precedenza. A questi 11 si aggiungono 5 ulteriori casi di positività emersi nel corso del tracciamento iniziato subito. Tutti i lavoratori contagiati si trovano in isolamento prevalentemente in altre strutture esterne e non al campo base di Borgo Tufico, fuori dall’area dove sono stati montati, da anni, i container-mensa e gli alloggi dei lavoratori. Il focolaio ha spaventato un po’ tutti i dipendenti che, su disposizione dell’azienda, hanno già effettuato un test di screening che ha dato esito negativo. Il caso è esploso venerdì scorso.

Una delle imprese sub-affidatarie ha dato notizia della positività di 11 dipendenti, non residenti nel campo base di Borgo Tufico. Il tracciamento dei contatti è stato tempestivamente eseguito e ha consentito di individuare ulteriori 5 casi di positività. “Va precisato che nessun lavoratore trasfertista riscontrato positivo, destinatario di provvedimento di isolamento, si è mosso verso la propria residenza” riferiscono da Anas.

Ad essersi sottoposti a questo accertamento sono stati i contatti dei positivi, ma è intenzione dei sindacati chiedere, già oggi, di far sottoporre al tampone tutti coloro che orbitano intorno ai cantieri e al campo base.

Domani saranno eseguiti ulteriori test, sempre su base volontaria, a tutto il personale. Fortunatamente gli 11 positivi sono quasi tutti asintomatici: solo alcuni hanno avuto alcune linee di febbre. Per nessuno è stato necessario il trasferimento in una struttura specializzata.

A Borgo Tufico sono quasi 200 le persone che vivono al campo base. Negli ultimi 12 mesi sono stati solo 3 i casi di positività accertati, a conferma che le misure messe in atto da Quadrilatero per evitare la diffusione del Covid hanno funzionato. Non è chiaro, al momento, come si siano contagiati gli 11 positivi accertati nei giorni scorsi. C’è preoccupazione tra i lavoratori.