L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 25 giugno 2019

Luci, colori e musica: ecco il 'Natale solidale' di Fermo

FERMO - Sfavillìo di luci, musiche, addobbi, colori, città vestita a festa. Con l’inaugurazione del villaggio di Natale dei giorni scorsi, la programmazione natalizia della città di Fermo ha preso il via.

Un cartellone che vuole far rivivere la magia delle feste, ispirandosi al Canto di Natale di Dickens. Ma il ricco elenco di attrattive, approntato come ogni anno dall’Amministrazione Comunale – Assessorati alla Cultura ed al Commercio, anche in questa edizione riserverà un’attenzione particolare alla beneficenza, al sostegno di attività solidali della città e del territorio. “Oltre alla quotidiana attività a beneficio di chi è nel bisogno con l’azione che l’amministrazione Comunale porta avanti attraverso i Servizi Sociali – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Trasatti - da tre anni diamo spazio a iniziative di solidarietà e di aiuto perché in un momento di festa come il Natale nulla può esser dato per scontato e proprio in questo periodo la soglia di attenzione alle difficoltà deve essere più alta, non si può rimanere indifferenti. E’ per questo che parte del ricavato delle attrattive di Natale, come pista di ghiaccio e ruota panoramica, sarà destinato all’encomiabile attività condotto da Mus-e del Fermano onlus che attraverso l’arte contribuisce a favore l’integrazione fra i bambini anche di diverse nazionalità”. “Nel ringraziare Mu-se ed il suo Presidente Enrico Paniccià per questo progetto, noto perché proficuo tutto l’anno, con cui sono in essere da sempre valide collaborazioni, siamo sicuri – ha detto l’assessore al commercio Mauro Torresi - che chi verrà a Fermo nel periodo delle feste sarà lieto di voler partecipare anche a questa finalità, così come vogliamo ringraziare di cuore associazioni ed enti che hanno voluto organizzare eventi culturali di qualità in beneficenza”.  "Siamo felici della partnership con il Comune di Fermo per questo Natale solidale 2018 – ha aggiunto il Presidente di Mus-e del Fermano onlus Enrico Paniccià - che ci consentirà di avviare nuovi laboratori nelle scuole del territorio. È un legame forte che si rafforza visto che da tempo operiamo insieme per progetti sulla formazione e l’integrazione, in particolare per l’area di Lido San Tommaso e Tre Archi. Segnaliamo anche che le 300 palline che abbelliscono l’albero di Natale in Piazza del Popolo sono state fornite da Mus-e del Fermano onlus e che molte di esse riportano i nomi delle attività e delle persone che in questi anni hanno sostenuto il progetto. Un modo ulteriore per dire grazie a chi ci ha sostenuto ed aiutato in questi anni”.

Non solo Mus-e nel Natale di Fermo dunque ma, come detto, anche altri associazioni attraverso spettacoli ad hoc vedranno beneficiare gli scopi e le attività sociali e di solidarietà che portano avanti: è il caso l’8 dicembre alle ore 21.15 al Teatro dell’Aquila del musical Cuore matto, con i più grandi successi italiani degli anni '60, musical inedito, diretto da Diego Gini e Carla Rossetti in due atti, targato “Disordine, oltre il teatro” e rigorosamente cantato dal vivo (info: biglietteria del teatro dell’aquila 0734. 284295) per l’Avis Comunale di Fermo.

La CNA Territoriale di Fermo, in collaborazione con SRGM - Società Regionale Garanzia Marche e il patrocinio del Comune di Fermo, organizza invece la seconda edizione di "Note di Solidarietà", serata di beneficenza a sostegno dei nuclei familiari in difficoltà della città di Fermo: in programma il concerto "Laura Avanzolini canta Bacharach - A Christmas Night". L’appuntamento è per il 14 dicembre 2018 alle 21.30, al Teatro dell’Aquila. Prevendita biglietti concerto: Sedi CNA, Biglietteria Teatro dell’Aquila, Edicola Catia viale Don Minzoni, Porto S. Giorgio, Amadeus dischi, Porto S. Giorgio.

Altro appuntamento il 5 gennaio 2019 alle ore 21.00 con la band “Carodeandré” che porterà, sempre al Teatro dell’Aquila, il concerto dal titolo “Un destino ridicolo”, per testimoniare, se ce ne fosse ancora bisogno, l’affetto nei confronti di Fabrizio De André, uno dei più autorevoli “maestri di pensiero” del ‘900, alla distanza di ormai 20 anni dalla sua scomparsa. Uno spettacolo organizzato dall’associazione Amici dell’Opera Don Ricci onlus, cui verrà devoluta una parte del ricavato della serata

(Foto gentilmente concessa da Lorenzo Testoni)

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.