Franchellucci vola al quartiere Corva: ‘A maggio interverremo sugli impianti sportivi’

164

di Maikol Di Stefano
PORTO SANT'ELPIDIO – Bilancio partecipato sì o no? Questo è il dubbio che resta dopo l’incontro, avvenuto ieri sera fra l’amministrazione Franchellucci e i cittadini del quartiere Corva.

Il sindaco e la sua giunta, anche a ridosso delle prossime elezioni regionali, sono partiti con un tour per i quartieri, iniziato giovedì scorso a Fonte di Mare e che terminerà giovedì 26 marzo al quartiere centro. Una iniziativa che prende il nome di “bilancio partecipato 2015”. Serata dove però non si è parlato di bilancio. Chi si aspettava preventivi, cifre o altro non è stato soddisfatto. “La mia idea – spiega il sindaco Nazareno Franchellucci – è quella di andare nei quartieri e capire le loro difficoltà, i bisogni primari e poter inserire poi all’interno del bilancio, che noi conosciamo le eventuali opere da realizzare”.

Una visione che non è piaciuta alle forze di minoranza, soprattutto al movimento cinque stelle, il quale si aspettava tutt’altro dall’incontro di ieri.

Nel frattempo l’amministrazione ha raccolto le difficoltà del quartiere Corva, annunciando che nei prossimi giorni saranno completati gli interventi sul verde pubblico e si darà inizio nelle prossime settimane anche alla derattizzazione dell’area segnalate. L’assessore ai lavori pubblici Peppino Buono, ha anche rassicurato i cittadini sui lavori d’illuminazione che saranno completati in contrada Pescolla. Sarà anche sollecitata la società autostrade, la quale dovrà intervenire per risanare i danni al manto stradale provocati, negli anni scorsi, dai tir che impegnati nella realizzazione del nuovo casello autostradale transitavano costantemente per le vie del quartiere alto elpidiense. Società autostrade che rientra anche nel discorso della nuova bretella che congiunge via Einaudi con Villa Murri. La strada, era stata aperta come passaggio di servizio tre anni fa, da allora il comune non è stato ancora in grado di acquisirla e fino a quando ciò non accadrà la bretella non potrà essere messa completamente in sicurezza. Infatti manca completamente l’illuminazione, ma non è il solo problema: va anche ricordato che essendo stata costruita in quello che era il fosso dell’albero, un’area che prima dell’intervento per il casello autostradale sarebbe dovuta restare verde, ogni volta che piove, dal crostone scendono detriti che invadono la carreggiata.

Problema di viabilità che riguarda anche l’intersezione fra via Einaudi e via Mattei, dove più volte agli onori della cronaca sono usciti fuori incidenti stradali. L’amministrazione qui è intervenuta, posizionando dei segnalatori e rallentatori che hanno abbassato, ma non eliminato del tutto, la pericolosità dell’intersezione.

Sul piatto della bilancia, non poteva mancare la situazione degli impianti sportivi. Il comune ha stanziato 70.000 euro per il rintaso dei manti erbosi sintetici dei tre impianti elpidiensi: Belletti, Ferranti e per l’appunto il Marozzi presente alla Corva. I lavori sarebbero dovuti iniziare ad inizio anno sportivo, ma al momento di partire il comune si è accorto di non avere i fondi previsti. “Abbiamo così deciso, – queste le parole dell’assessore Buono – di andare a fare una variante di bilancio, la quale all’interno conteneva fra le altre voci anche quella degli intasi per gli impianti sportivi. Variante che solo l’intera opposizione ha votato in maniera sfavorevole”. Una dichiarazione che però andrebbe completata, infatti come spiega anche il consigliere Fioschini: “Il nostro no era alla variante sul bilancio, il discorso è assai più ampio”. Lavori che comunque inizieranno a maggio, dopo aver concordato con le società sportive gestrici degli impianti le date per l’inizio dei lavori.