“Grido contro la paura” – parte dalle Marche il brano manifesto del lockdown

181

“Un grido contro la paura”. È una canzone, diventata il manifesto di chi si trova a convivere con l’emergenza covid, scritta e cantata da Matteo Greco, 42 anni, cantautore di Falconara (Ancona), che sta facendo il giro del web e dei social.

Il progetto, ha raggiunto in poche ore migliaia di condivisioni e non solo sui social.

Nel video appaiono baristi, pescatori, operai, chef, infermieri, personal trainer, impiegati, commercianti, tanti volti di gente comune: l’unico noto è Sergio Volpini ex Grande Fratello.

Persone immortalate mentre intonano la canzone di Matteo Greco, ciascuno dal proprio posto di lavoro: un motopesca di notte, una palestra, una birreria, un ristorante, un autobus, un negozio, una stanza d’ospedale, c’è anche un avvocato in giacca e cravatta alla scrivania.

“È un video con la partecipazione di tutti – dice il cantautore – per raccontare la vita ai tempi del coprifuoco”.  Orecchiabile, sincera, spontanea, la canzone arriva al cuore di chi la ascolta e che non può non immedesimarsi in parole come “nemico invisibile”, “paura”, “rischio”.

La chiave di lettura però è positiva…”la vita in fondo è sempre un rischio, stare attenti ma… tirare dritto”.