Il Caldarola batte il Truentum e vola in finale di Coppa

162

SECONDA CATEGORIA – Nessun pesce d' aprile per il Caldarola che si aggiudica meritatamente la semifinale di Coppa vincendo all'inglese contro Truentum MMVII.

Spalti del Comunale pieni, circa 250 spettatori, per assistere a questa importante sfida secca contro la squadra praticamente abruzzese, ma che di fatto da sempre gioca nel girone G della seconda categoria marchigiana.

Parte subito bene il Caldarola che passa in vantaggio già al 18', grazie ad una punizione battuta da Nerpiti, complice il portiere ospite che, una volta presa la palla, se la fa scivolare fra le mani accompagnandola in porta. Nel primo tempo la squadra di casa cerca il raddoppio senza ottenerlo: si va negli spogliatoi sul risultato di 1 a 0.

Nella ripresa, al 50', c'è una grande azione di Maccari che stoppa la palla si gira e tira al volo sfiorando il palo. Al 78', viene espulso Annunzi per doppia ammonizione, e la Truentum resta in 10. Si riparte con una punizione per il Caldarola, il tiro è di Nerpiti che crossa in area, i difensori ospiti non riescono a rinviare il pallone e Maccari ne approfitta segnando il raddoppio. Il Caldarola ha dimostrato per tutti i novanta minuti di controllare la partita rischiando in un'unica occasione, al 48', quando, con Frascarelli in uscita, la porta resta sguarnita ma Innamorati si dimostra attento e tempestivo rinviando il pallone a pochi passi dalla porta.

Tutta la dirigenza caldarolese si è detta ovviamente molto soddisfatta per il risultato e il presidente Maccari ha voluto ringraziare i giocatori e i tifosi: “per noi è un traguardo storico, siamo felici per la splendida cornice di pubblico di questa sera. Peccato per Francesco Maccari che ha beccato il giallo ed essendo già diffidato dovrà saltare la finale, ma la dirigenza nutre la massima fiducia in tutti i giocatori della rosa che, siamo certi, sapranno essere all'altezza del loro compito. La squadra infatti sta vivendo un buon momento anche in campionato, alla 14' giornata avevamo appena 13 punti mentre oggi siamo a quota 46”.

Sull'avversario della finale, l'At. River Urbinelli, il presidente non si sbilancia: “sono una squadra con una storia recente molto importante, ma anche il Caldarola ha una lunga tradizione. Noi ci teniamo molto a vincere e ce la giocheremo tutta”.

Euforia e soddisfazione anche da parte dei giocatori come ci confida l'attaccante Francesco Gentili:"E' stata una partita dura ma noi siamo in un buon periodo e abbiamo dimostrato tutto il nostro valore. Abbiamo controllato la gara senza troppi problemi, poi quando in campo puoi contare su giocatori come Nerpiti, Barucca e Cangiano ti senti di avere una marcia in più: l'esperienza ha fatto la differenza”.

Non resta che aspettare la finale della Coppa Italia Dilettanti Marche di Seconda Categoria fra At. River Urbinelli e Caldarola che si giocherà, mercoledì 8 aprile, su campo neutro.