La Recanatese vuole iniziare bene il 2015

146

SERIE D – Dopo il giorno di riposo concesso in concomitanza con con il Capodanno, la Recanatese oggi pomeriggio riprende gli allenamenti in vista dell’imminente sfida contro la Jesina, in programma domenica allo stadio Nicola Tubaldi.

Quella contro i leoncelli sarà l’ultima sfida del girone di andata e la prima panchina per mister Lamberto Magrini, subentrato a Daniele Amaolo lo scorso 23 dicembre ovvero quarantotto ore dopo la brutta sconfitta della Recanatese maturata al Riviera della Palme contro la Samb.

Quasi superfluo dire che ai giallorossi la vittoria serve come il pane, per migliorare la situazione di classifica che attualmente vede i Patrizi e compagni occupare la dodicesima posizione, appena una lunghezza sopra la zona play out. La Recanatese dovrá quindi approfittare del doppio turno casalingo (dopo la Jesina al Tubaldi arriva il Giulianova) per cercare di guadagnare punti e distaccarsi maggiormente dalla zona play out. Ma in casa giallorossa si é abituati a pensare ad una partita alla volta, pertanto le energie psico-fisiche saranno rivolte alla Jesina, dalla prossima settimana si comincerà a pensare al Giulianova.

La Jesina si conferma anche quest’anno come una compagine scorbutica, che ha dato fastidio a tante squadre in questo girone di andata, guadagnando peraltro un piazzamento in classifica di tutto rispetto (settimo posto) per una società il cui obiettivo é conquistare la salvezza con un occhio attento al budget e alla valorizzazione dei giovani.

Al Carotti la squadra di mister Bacci ha ottenuto i due terzi dei punti in classifica (16 punti su 24 totali), mentre fuori dalle mura amiche il bilancio é più magro con due exploit (a Castelfidardo e Termoli), due pareggi (a Pesaro e Chieti) e tre k.o. (San Nicolò, Giulianova e Fano). I giocatori più prolifici a disposizione di Bacci sono Kevin Trudo e Michael Traini; il primo ha messo ha segno sette reti, mentre il secondo ha fatto centro sei volte.