L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 24 aprile 2019

Baie di carico: un importante alleato per la logistica aziendale

LAVORO - La baia di carico è il collegamento tra il magazzino aziendale e il mondo esterno, l’approdo di tutti i furgoni e mezzi pesanti che consegnano merce da stoccare o prelevano prodotti finiti.

Anche se non si tratta di un’area produttiva per lo stabilimento, questo punto di accesso è un anello nevralgico nella catena logistica, e come tale merita grande attenzione.

Con una linea di baie di carico efficienti e performanti puoi ridurre i costi, velocizzare le operazioni, facilitare il lavoro, aumentare il livello di sicurezza. Per ottenere questo, è importante che ogni componente di quest’area svolga bene le proprie funzioni.

La baia di carico è un ambiente composito, fatto da diversi elementi che dialogano tra di loro per arrivare al risultato. Vuoi realizzarne una davvero performante? Ecco cosa serve e come scegliere i pezzi per creare un vero alleato logistico.

Rampa di carico

L’elemento base che contraddistingue la baia è la cosiddetta rampa di carico. Le rampe sono piattaforme d’acciaio leggermente sporgenti che aiutano a raccordare la banchina al pianale dei mezzi. Vengono installate a filo o in fossa, a seconda del layout della baia. Questo permette ai carrelli elevatori di salire direttamente sull’autocarro e caricare le merci a bordo del veicolo, favorendo operazioni veloci e sicure tra il magazzino e l’esterno.

Ne esistono di svariati modelli: con becco a raggio o con becco telescopico, a castello o sospese, manuali o motorizzate. A seconda del tipo, la sporgenza di raccordo viene azionata idraulicamente o con sistemi di molle a gas.

Portoni sezionali

Un altro elemento chiave nell’area di carico e scarico merci è la porta d’accesso al magazzino. Le baie di carico prediligono i portoni sezionali, chiusure industriali realizzate in pannelli isolanti e resistenti, ottime barriere antieffrazione ma anche veloci e performanti.

Il portone sezionale si apre verso l’alto scorrendo su guide al soffitto, senza creare ingombri laterali e ottimizzando la gestione dello spazio e delle operazioni logistiche. Può essere motorizzato con sistemi idraulici o azionato con la spinta di molle che controllano l’apertura e la chiusura.

Un portone sezionale efficace deve garantire sicurezza, prestazioni elevate in termini di velocità e isolamento per il maggior risparmio energetico. Questo vale in tutte le baie di carico, ma in particolare per le aziende del fresco o del freddo.

Sigillanti

Il fatto che l’isolamento dell’area sia una questione centrale è ribadito dal terzo elemento tradizionale delle baie di carico: i sigillanti. Si tratta di speciali sistemi posti intorno al portale che chiudono gli spazi tra lo stabile e le pareti del veicolo. In questo modo bloccano ogni fuoriuscita di aria o sbalzo di temperatura, permettendo sia di non disperdere calore o freddo all’esterno, con conseguente spreco energetico, sia di riparare gli addetti ai lavori dalle intemperie durante le fasi carico e scarico merci.

I sigillanti possono essere in telo, in cuscinetti gonfiabili o realizzati con telai in acciaio che creano un tunnel riparato per l’autocarro.

Paracolpi

Un accessorio imprescindibile per proteggere la baia di carico e i veicoli è il cosiddetto paracolpi. La sua funzione è quella di attutire eventuali urti provocati dai camion in avvicinamento al magazzino. Vengono realizzati in gomma elastica e resistente, capace di assorbire gli impatti e fissati alla rampa per proteggerla dagli impatti.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.