Maceratese punita sul più bello, Pordenone vince 4-2

138

MACERATA –  La Maceratese paga ancora una volta dazio alle disattenzioni difensive ed alla mancanza di esperienza nei momenti topici.

Contro la quadrata truppa di Tedino, Giunti schiera davanti a Forte la consueta linea difensiva con i giovani Ventola e Broli sulle fasce ed i senatori Gattari e Perna in mezzo. A centrocampo capitan Quadri a smistare il traffico, con ai lati Malaccari e De Grazia. Colombi al centro dell’attacco, con Petrilli e Turchetta angeli custodi. Il quotato Pordenone risponde con il 4-4-2. Semenzato, capitan Stefani, Parodi e De Agostini compongono la linea difensiva davanti  a Tomei. Buratto, Misuraca, Burrai e Martignago governano la zona centrale ed il vice capitano Berrettoni spalleggia Arma davanti.

LA PARTITA

Primo tempo

Al 5’ colpo di testa all’indietro di Colombi sugli sviluppi del primo calcio d’angolo per i biancorossi. Facile la presa di Tomei.

All’8’ Turchetta centra dalla destra per Colombi che, però, non ci arriva.

9’: Petrilli riceve al limite da Turchetta, entra in area e fa partire un sinistro che si infrange sul secondo palo. Poi ci prova Malaccari di forza, conclusione ribattuta.

12’: Berrettoni ha la palla giusta vicino all’area di porta dopo un tackle di Perna con Arma, ma Forte si supera, deviando il colpo del numero dieci neroverde partito a bruciapelo.

17’: De Grazia calcia di sinistro senza tanta convinzione, palla a lato.

20’ Petrilli se ne va in contropiede ma viene steso ai sedici metri sinistri. Capitan Quadri imbecca Gattari che di testa infila Tomei: 1-0.

Il vantaggio della Rata però dura poco. Al 23’ cross di Martignago, sponda di Arma e Berrettoni la mette dentro: 1-1.

33’: Arma di testa, su cross di Berrettoni, prova il sorpasso, ma Forte gli dice di no con un poderoso balzo alla sua sinistra.

34’: ingenua trattenuta in area di Broli su Semenzato. È rigore che Arma trasforma alla destra di Forte che intuisce ma non ci arriva: 1-2. Risultato ribaltato in appena 11’.

38’: Petrilli dribbla sulla sinistra dell’area, dopo l’assist di Quadri, e cade. Per Mantelli è tutto regolare. Proteste del pubblico dell’Helvia Recina.

40’: dal fondo sinistro De Grazia centra, ma Malaccari spedisce fuori.

41’: traversa di Berrettoni, poi gol di Arma ma a gioco fermo per un fallo precedente su Forte.

44’: Broli dalla sinistra serve Colombi che controlla e si gira, schiodando il sinistro che si perde di un niente a lato.

La Rata va al riposo in svantaggio nonostante un buon primo tempo, pagando a caro prezzo ogni disattenzione.

Secondo tempo

1’: ci prova un paio di volte Colombi, senza esito.

3’: traversone dalla sinistra di Martignano e incornata di Berrettoni sulla quale Forte miracoleggia.

6’: Ventola vince un duello, galoppa sulla destra, entra in area e trafigge sul secondo palo Tomei. Gioia grande per l’ex capitano del Pescara Primavera e 2-2!

10’: Ventola è infortunato sulla corsia di destra, il fisioterapista Moretti lo rimette in sesto.

12’: Palmieri per Turchetta.

14’: Tomei recupera palla a fatica sulla destra dell’area su un tentativo di… furto acrobatico di Palmieri.

16’: Cattaneo per Martignago.

19’: Pietribiasi per Berrettoni.

21’: Palmieri prende in controtempo la retroguardia neroverde e crossa dal fondo sinistro, la botta del sopraggiungente Petrilli sul fronte opposto è però fuori misura.

Giallo a Ventola per eccessivo vigore a centrocampo.

26’: Gattari sventa provvidenzialmente in corner. Dalla bandierina Burrai trova però sul secondo palo Arma che di piede non perdona: 2-3 (27’).

29’: ammonito Burrai.

31’: Ventola chiude alla grande su Pietribiasi dopo un rilancio errato di Broli. Sugli sviluppi del calcio d’angolo disimpegno corto dei biancorossi e bordata micidiale di sinistro di Cattaneo sotto la traversa. Botta imparabile: 2-4.

34’: Palmieri cade al momento di controllare un pallone difficile in area.L’episodio vale solo il giallo per proteste a Gattari.

39’: Mestre per l’acciaccato Ventola.

42’: Allegretti per capitan Quadri.

43’: Mestre è un’anguilla sull’estrema destra dell’area, ma la palla porta ad Allegretti viene girata alta dall’appena entrato numero 15.

46’: Broh per Arma.

Dopo 4’ di recupero si chiude sul 2-4. La Rata non riesce ancora a trovare la via della vittoria.

MACERATESE-PORDENONE 2-4

MACERATESE (4-3-3):22 Forte; 14 Ventola (39’ st 20 Mestre),  3 Broli, 6 Gattari, 24 Perna; 19 Malaccari, 8 Quadri  (Cap) (42’ st 15 Allegretti), 7 De Grazia; 11 Petrilli, 9 Colombi, 10 Turchetta (12’ st 16 Palmieri). (A disp. 1 Moscatelli, 2 Gremizzi, 4 Bondioli, 5 Marchetti, 12 Cantarini, 13 Marco Massei, 17 Amedeo Massei, 18 Quadrini, 23 Franchini) All. Federico Giunti

PORDENONE (4-4-2): 1 Tomei; 11 Semenzato, 4 Stefani (Cap), 15 Parodi, 3 De Agostini; 20 Buratto, 26 Misuraca, 8 Burrai, 14 Martignago; 9 Arma (46’ st 18 Broh), 10 Berrettoni (19’ st 23 Pietribiasi). (16’ st 16 Cattaneo). (A disp. 2 Pellegrini, 7 Azzi, 12 D’Arsiè, 13 Marchi, 19 Raffini, 21 Gerbaudo, 24 Filinsky). All. Bruno Tedino

Arbitro: Giampaolo Mantelli di Brescia (Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia-Veronica Vettorel di Latina)

Reti: 20’ Gattari, 23’ Berrettoni, 34’ Arma (rig.) 6’ st Ventola 27’ st Arma, 31’ st Cattaneo

 

Note: ammoniti Petrilli, Ventola, Burrai, Gattari, spettatori 745, compresi 150 abbonati, angoli 5-6, rec. 1’+4’.

 

Add. stampa Luca Muscolini