L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 05 luglio 2020

Choc nel pesarese Ragazzo di 17 anni sgozzato per gelosia

SANT'ANGELO IN VADO - Sgozzato a 17 anni e gettato in un dirupo. Orrore in un bosco, a Sant'Agelo in Vado, nel pesarese.

La vittima è Ismaele Lulli, scomparso domenica scorsa quando alla madre e alla fidanzata era arrivato un sms: "Cambio vita, vado a Milano, non mi cercate". Preoccupate si sono subito recate in caserma e da lì sono scattate le ricerche fino alla tragica scoperta di questa mattina, da parte di una persona che si trovava in quella zona.

Il corpo è stato trovato con piedi e mani legati con nastro isolante. Un delitto feroce perchè chi  lo ha sgozzato lo ha fatto con violenza, tanto che Ismaele è stato quasi decapitato.

I due giovani albanesi interrogati per ore dai carabinieri sono stati sottoposti a fermo di indiziato di reato per la morte del 17enne: un ventenne residente a Urbania e un diciannovenne residente a Sant'Angelo in Vado. Da quanto è emerso fino a questo momento, il movente è riconducibile alla gelosia: al centro ci sarebbe una ragazza macedone di 19 anni che conosceva Ismaele.

"E' una vittima del nostro tempo, i nostri giovani hanno un vuoto 'gestionale' dai 13 ai 18 anni. Mi sento colpito come sindaco, ma anche come genitore". E' il commento del sindaco di Sant'Angelo in Vado, Giannalberto Luzi.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.