L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 16 ottobre 2019

Tassa sulla disgrazia, Ucchielli: “ Lo slogan di Monti era equità e non Equitalia"

Uscita dalla porta principale dopo la bocciatura della Consulta che l’ha dichiarata incostituzionale, la “tassa sulla disgrazia” rientra dalla finestra con un'unica differenza rispetto al testo bocciato : in caso di calamità naturali e conseguente dichiarazione dello stato d'emergenza, le regioni non saranno più obbligate ad alzare le accise sulla benzina fino ad un massimo di 5 centesimi per litro, ma avranno "la facoltà" di farlo. Per finanziare il fondo della Protezione Civile a cui si attinge in quelle circostanze, a pagare saranno ancora una volta gli automobilisti italiani. “ Anche se Palazzo Chigi ha precisato che l'aumento del costo della benzina per finanziare la Protezione Civile è una misura eventuale e legata a esigenze di bilancio – commenta il segretario regionale del Pd Palmiro Ucchielli - ci aspettiamo da parte del Governo norme che abbassino il prezzo dei carburanti e non scelte che gravano su famiglie e imprese italiane. Ci sono e ci devono essere strade alternative per reperire i fondi necessari a rispondere alle emergenze, così come credo ci sono e ci debbano essere strade alternative per ridurre le tasse - continua Ucchielli . Lo slogan di Monti era equità e non Equitalia – conclude il segretario - per cui si intervenga piuttosto sul finanziamento pubblico ai partiti, sulle spese negli apparati della Pubblica Amministrazione, sulla lotta all’evasione e alla corruzione.”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.