L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 18 luglio 2019

Enel. Mobilitate oltre 340 persone nelle Marche per riparare i guasti

Le province maggiormente interessate dai guasti del maltempo sono quelle di Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro e Fermo. Decine di linee in media tensione interrotte in più punti dai manicotti di neve e ghiaccio e dalle frane che hanno spostato i sostegni delle linee elettriche. Tante cabine di trasformazione messe fuori servizio dagli allagamenti. Impiegato anche un elicottero per la localizzazione dei guasti nelle zone più impervie. Prosegue l’impegno di Enel per ripristinare con la massima celerità possibile la regolarità del servizio elettrico nel territorio marchigiano gravemente colpito dall’ondata di maltempo soprattutto nelle province di Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro e Fermo; fin da ieri Enel ha messo in campo ben oltre 340 tra tecnici e operai opportunamente equipaggiati con mezzi e attrezzature utilizzando risorse sia interne sia di ditte appaltatrici. Le attività di riparazione sono, in tutta la regione Marche, prioritariamente destinate al ripristino delle linee in media tensione e, ad ora, per oltre il 70% della clientela è stato ripristinato il servizio elettrico. Con il personale ed i mezzi impiegati si può prevedere che in giornata, tranne situazioni residuali di particolare complessità, la maggior parte delle linee di media tensione e le cabine di trasformazione potranno essere rimesse in servizio. Per raggiungere questo obiettivo Enel sta utilizzando nella fase di ispezione delle linee con guasti, oltre ai sistemi tradizionali da terra, anche un elicottero per le zone particolarmente inaccessibili per motivi orografici o di percorribilità delle strade per neve o frane. In queste ore il personale Enel sta rilevando un fenomeno non consueto per quanto riguarda i guasti sulle linee di media tensione: più guasti, in qualche caso oltre 10 rotture di conduttori, su una stessa linea di media tensione e tutti causati da alberi o rami schiantati dalla neve o da enormi e pesanti manicotti di neve e ghiaccio formatisi sui fili. A valle delle ispezioni, i tecnici Enel avviano immediatamente le riparazioni necessarie o, purché la situazione lo renda possibile per condizioni di sicurezza, provvedono alla installazione di gruppi elettrogeni fino al ripristino delle linea di alimentazione. Attualmente le operazioni di ispezione e accesso ai luoghi dei guasti sono particolarmente difficili nel territorio dei comuni di Montegallo e Montemonaco per la presenza contemporanea di una fitta nebbia e neve a terra. Si ricorda che le interruzioni del servizio elettrico sono state contenute grazie al sistema di telecontrollo e di automazione della rete elettrica Enel che consente di localizzare i tratti di linea con guasti permanenti e di rialimentare le utenze dove è stato tecnicamente possibile.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.