L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

venerdì, 18 ottobre 2019

Maltempo. Il Decreto stato d'emergenza arriva in Cdm. Spacca: "Dubbi sulla tassa di scopo"

Il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha incontrato questo pomeriggio a Palazzo Chigi il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Gianni Letta e il capo della Protezione civile nazionale Franco Gabrielli per discutere delle misure urgenti e della ricostruzione da avviare in seguito agli eventi alluvionali dei primi di marzo. Con Spacca erano presenti all'incontro il vicepresidente della Regione e assessore all'Agricoltura Paolo Petrini, la presidente dell'Upi Marche Patrizia Casagrande, il presidente dell'Anci Marche Mario Andrenacci, il capo della Protezione civile delle Marche Roberto Oreficini, i dirigenti della Regione Mario Conti, Fabrizio Costa e Cristina Martellini. Nel corso dell'incontro il presidente Spacca ha illustrato la drammatica situazione in cui versano le Marche dopo l'alluvione dell'1 e 2 marzo, presentando la ricognizione dei danni, che ammontano 462,7 milioni di euro (cui andranno aggiunti quelli all'agricoltura ancora in fase di valutazione).

Tre le urgenze evidenziate da Spacca: la dichiarazione dello stato di emergenza, la nomina del commissario delegato e l'ordinanza di Protezione civile con le priorita` degli interventi. Il sottosegretario Letta e il capo della Protezione civile Gabrielli hanno annunciato che il decreto per la dichiarazione dello stato d'emergenza per le Marche e le altre regioni colpite sara` portato all'attenzione del Consiglio dei ministri in programma per domani. Dopodiche` sara` nominato il commissario e approvata l'ordinanza di Protezione civile all'interno della quale saranno inseriti tre 'capitoli' di interventi, in ordine di priorita`: quelli di somma urgenza (assistenza alla popolazione, messa in sicurezza, ecc.), quelli per il ristoro delle attivita` produttive colpite dall'alluvione, quelli per il ripristino delle infrastrutture e dei versanti idrogeologici colpiti. 'L'eccezionale ondata di maltempo, che ha provocato tre vittime ' ha detto Spacca ' ha colpito distretti industriali tra i piu` importanti in Italia e nel mondo, come quello del cappello e della calzatura, aziende agricole, attivita` artigianali, famiglie.

L'immediata dichiarazione dello stato di emergenza e` dunque fondamentale per poter attuare da subito gli interventi piu` urgenti. Apprezziamo quindi l'impegno formale del Governo in questo senso e la vicinanza dimostrata in questo difficile momento per la comunita` marchigiana'. Durante l'incontro sono state affrontate anche le modalita` per il reperimento dei fondi necessari per la ricostruzione.

Il presidente Spacca ha in tal senso espresso le perplessita` della Regione per la norma del cosiddetto Milleproroghe con cui si autorizza le Regioni ad intervenire sulla fiscalita` regionale per sostenere i costi dei danni provocati da calamita` naturali. 'Una norma ' hanno detto il presidente e il direttore generale della Regione Mario Conti ' che presenta problemi di interpretazione. La Regione Marche si riserva quindi un approfondimento sull'applicazione del Milleproroghe affidandosi ad insigni costituzionalisti'. Una 'memoria' con gli approfondimenti e le riserve della Regione sara` poi fatta pervenire alla Presidenza del Consiglio dei ministri. Quanto alla gestione dell'emergenza, Letta e Gabrielli hanno espresso il loro ringraziamento alla Protezione civile regionale per la tempestivita` e l'efficacia dell'intervento. Un ringraziamento che e` stato esteso da Spacca anche a tutti i volontari che si sono prodigati in queste difficili giornate. 'L'ultima riflessione ' ha concluso Spacca ' riguarda la necessita` di una programmazione del territorio, di regolamenti urbanistici ed edilizi e di un regime idraulico in linea con i cambiamenti climatici in atto, che dovra` essere avviata immediatamente con un primo stralcio del processo di revisione della legge urbanistica regionale'.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.