L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 21 ottobre 2019

Milleproroghe. "No all'aumento della benzina per pagare i danni dell'alluvione". La battaglia dei parlamentari marchigiani

Alluvioni, terremoti e frane. Con il decreto Milleproroghe le regioni delle zone colpite dovrebbero pagarne i costi con l’aumento delle addizionali e delle tasse sulla benzina. In particolare, la regione colpita dalla catastrofe, se non riesce a coprire le spese della ricostruzione, potrà aumentare i tributi, le addizionali, le addizionali regionali e anche l'imposta regionale sulla benzina "fino ad un massimo di cinque centesimi per litro. Solo se le entrate delle tasse locali non basteranno, e solo su precisa richiesta, "potrà essere disposto l'utilizzo del Fondo nazionale della protezione civile" da integrare con l'aumento delle aliquote su benzina, benzina senza piombo e gasolio. In altre parole, i marchigiani violentemente colpiti dall'alluvione, potrebbero pagari loro stessi i danni.

Contro quest’ipotesi si sono schierati i parlamentari marchigiani Ciccanti (UDC), Merloni Cavallaro, Giovannelli, Vannucci e le senatrici Magistrelli e Amati, tutti del PD, oltre che Favia dell'IDV,. "Il Governo non può obbligare la Regione Marche ad aumentare le tasse sulla benzina da autotrazione già alta a causa della crisi libica, perchè non può fare da cavia su una norma non solo ingiusta e di dubbia costituzionalità, ma che non si sa nemmeno come applicarla. E’ necessario applicare la vecchia procedura, l'unica ancora utilizzabile e caricare sulla comunità nazionale, così come è stato nel passato, il costo dei danni. L'unica cosa che non accettiamo è che oltre ai danni i marchigiani debbano subire anche la beffa di pagarseli da soli".

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.