L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

venerdì, 22 novembre 2019

Lidi all'asta nel 2015. Venti mila balneari italiani pronti a marciare su Roma

Una marcia su Roma per protestare contro quello che hanno definito un vero incubo: la messa all’asta delle concessioni balneari. Per questo i 20 mila balneari italiani (750 delle Marche) si sono dati appuntamento per il 5 aprile, alle 11, a Roma (l’iniziativa è organizzata da Fiba-Federazione Italiana Imprese Balneari aderente a Confesercenti e Sib- Sindacato Italiano Balneari aderente a Confcommercio) per combattere contro la direttiva europea Bolkestein. Una direttiva che prevede, entro il 2015, un bando ad evidenza pubblica per l’assegnazione delle aree demaniali con tutto ciò che ne consegue da un punto di vista occupazionale: in Italia sono a rischio 30 mila imprese, 400 mila addetti che raggiungono il milione nell'indotto. A Roma, dunque, incontreranno il Ministro Fitto “ma chiederemo anche a Berlusconi di correggere questo atteggiamento di sudditanza nei confronti dell’Unione Europea”.

“Questa situazione ci sta togliendo il sonno – ha detto oggi Marco Scarpetta dello stabilimento Raphael Beach di Civitanova Marche – e tutti noi, compresi i dipendenti, siamo preoccupati. Dov’è la politica – ha chiesto – quella stessa politica che per le grande aziende in crisi non ha esitato a muoversi?”. I balneari, un settore che ricopre l’87% del prodotto interno lordo della regione Marche e il 12% del Pil nazionale, si sentono messi alla gogna e sanno bene di “essere una categoria appetibile, che non ha mai chiesto finanziamenti allo Stato – ha precisato Claudio Pini, presidente Abat - Una categoria che farà di tutto per impedire all’Unione europea di appiattire qualsiasi tipicità come le coste marchigiane”. In ballo c’è il loro futuro e il lavoro di una vita. Ma cosa chiedono i balneari? Una cosa semplice.“Uscire dalla direttiva Bolkestain perché noi siamo concessionari di un bene e non di servizi, categoria a cui invece si riferisce la direttiva”.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.