L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 18 luglio 2019

Obesità, nelle Marche i maggiori esperti per attivare un network nazionale

Gruppo esperti obesiSi è tenuto oggi al Centro Congressi Antico Uliveto di Porto Potenza Picena un incontro tra i maggiori esperti a livello nazionale nel trattamento e riabilitazione di persone con obesità.

L’incontro è stato ospitato dalla clinica Villa dei Pini di Civitanova, tra le realtà protagoniste del settore, ed aveva l’obiettivo di attivare un network permanente, per sensibilizzare il mondo sanitario, scientifico e politico-amministrativo sulla rilevanza del problema ed arrivare a definire standard di riferimento che migliorino le strategie di cura.

Nelle Marche il 35,3% della popolazione adulta risulta in sovrappeso, mentre il 9,8% arriva all’obesità, dati in linea con la media nazionale (fonte: 7º Rapporto sull’obesità in Italia - 2008). Per dare risposte a questo problema che presenta tassi in crescita, Villa dei Pini ha sviluppato un progetto specifico: “L’obesità affligge principalmente le categorie sociali svantaggiate, con minore reddito e istruzione e con maggiori difficoltà di accesso alle cure – commenta Antonio Aprile, direttore generale della clinica -; un problema che rappresenta un alto costo sociale e su cui l’organizzazione sanitaria di cura è ancora agli inizi. Per questo stiamo attivando un centro dedicato e sviluppando il lavoro di rete insieme con le principali strutture specializzate a livello nazionale”.

All’incontro hanno partecipato, oltre agli esperti di Villa dei Pini, i rappresentanti di importanti realtà del settore: Istituto Auxologico Italiano che opera in Piemonte e Lombardia, Sapienza Università di Roma – Dipartimento di Medicina sperimentale, Ospedale San Pancrazio di Arco (Trento), Policlinico di Abano Terme (Padova), Ospedale privato accreditato Villa Igea di Forlì e le case di cura Villa Garda di Garda (Verona), Villa Pini d'Abruzzo (Chieti) e Villa Esperia di Salice Terme (Pavia).

L’Organizzazione Mondiale della Sanità considera l’obesità come uno dei maggiori problemi di salute pubblica. Seguendo ancora il Rapporto, pubblicato dall’Istituto Auxologico Italiano, nel mondo circa un miliardo di persone è in sovrappeso e circa 300 milioni sono obese; in Italia oltre 20 milioni di persone hanno problemi di peso e il fenomeno non risparmia i più piccoli: il 12% dei bambini nella fascia di età di 8 anni ha problemi di obesità. Sovrappeso e obesità non rappresentano soltanto un problema estetico, ma soprattutto sono responsabili di numerose malattie. Le patologie croniche legate all’obesità (metaboliche, cardiovascolari, oncologiche, eccetera) causano circa il 60% di tutte le morti ogni anno e rappresentano quasi la metà di tutti i problemi di salute pubblica nel mondo. Eppure, il problema è ancora trascurato. Per rispondere in modo adeguato occorre un approccio integrato che includa adeguate strategie di prevenzione, cura e riabilitazione; il trattamento riabilitativo dell’obesità è complesso e impegnativo, allo stesso tempo i costi sociali ed economici che possono essere evitati sono enormemente superiori.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.