L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 14 ottobre 2019

Strategie imprenditoriali, le Marche premiate dall'Europa

MARCHE - Va alle Marche il premio European Entrepreneurial Regions 2014 (Premio Regione Imprenditoriale Europea) del Comitato delle Regioni d'Europa.

La Regione Marche è la prima regione italiana ad ottenere questo prestigioso riconoscimento, assegnato, tra il 2009 ed oggi, a 12 amministrazioni regionali su oltre 200 dell'Unione Europea. Durante la prossima sessione plenaria del Comitato delle Regioni dell'Unione Europea, mercoledì 3 luglio, la Regione riceverà il premio dal Presidente Ramon Luis Valcarcel. La giuria, composta da esperti e rappresentanti delle istituzioni europee e regionali, ha riconosciuto nella strategia marchigiana per lo sviluppo dell'imprenditorialità una forte determinazione a innovare e a crescere grazie a strategie di medio e lungo periodo volte a sviluppare il tessuto imprenditoriale in tutto il territorio. Rilevante, ai fini della decisione, il contributo della strategia all'implementazione delle principali misure varate dall'Unione Europea a sostegno dell'impresa, come lo Small Business Act e la Strategia Europa 2020 per la crescita e l'occupazione. Inoltre, viene sottolineata la capacità di aver saputo integrare nella strategia azioni utili allo scambio di pratiche con altri contesti territoriali. La Regione Marche ha presentato un "new deal" per lo sviluppo regionale rivolto anche nuovi settori di crescita.

Le performance ottenute in questi anni per migliorare il contesto in cui operano le imprese sono risultate molto credibili e ispirate ad alcuni dei principi fondamentali dello Small Business Act, a partire dal miglioramento della capacità dell'amministrazione regionale di gestire in modo efficiente le relazioni con le aziende. La proposta delle Marche presenta, inoltre, un piano molto chiaro su elementi chiave come l'utilizzo efficace dei fondi strutturali nel sostegno alle piccolo e medie imprese, determinante nell'orientare il giudizio della giuria. Eccellente anche il modello di governance proposto. "Questo riconoscimento ci dà fiducia e ci riempie di orgoglio - dice il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca (IT/ALDE) - Le Marche, regione più manifatturiera d'Italia e tra le prime in Europa, continuano ad esprimere vivacità produttiva e intraprendenza imprenditoriale, grazie ad un tessuto di micro, piccole e medie imprese che fanno della qualità, della ricerca e dell'innovazione la loro forza. E la Regione è al loro fianco con una efficace azione tesa alla crescita della cultura imprenditoriale ed alla creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo di un sistema manifatturiero che risulta essere uno dei punti di forza del Made in Italy. Siamo grati all'Europa che oggi ci riconosce questo premio prestigioso".

Per il presidente del Comitato delle Regioni Valcárcel, "Il premio EER si sta rivelando uno strumento importante nell'UE per promuovere lo sviluppo imprenditoriale nelle regioni attraverso un network che seleziona le idee migliori e le mette a disposizione di tutti gli amministratori impegnati a creare un ambiente favorevole alle imprese, a sostenere l'innovazione e la creazione di nuovi posti di lavoro". Insieme alle Marche saranno premiate altre due regioni. Fiandre (BE) e Nord Brabant (NL). Le Fiandre si sono distinte per l'utilizzo di indicatori per misurare le performance in settori specifici come i servizi offerti alle imprese, i prestiti agevolati e la creazione di strutture di supporto per la promozione dell'imprenditorialità. Importante anche l'orientamento all'innovazione e alla creatività. La provincia del Nord-Brabant ha focalizzato la sua strategia sull'obiettivo di diventare "il cuore dell'innovazione" attraverso un piano di specializzazione intelligente volto a superare gli attuali limiti del sistema imprenditoriale locale. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Bruxelles il prossimo 3 Luglio alle ore 17.00, durante la session plenaria del Comitato delle Regioni (ospitata negli spazi del Parlamento Europeo - JAN 2Q). Il Comitato delle regioni Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali provenienti da tutti i 28 Stati membri dell'UE. Il suo compito è quello di coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione europea gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.