L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 20 novembre 2019

Agricoltori e allevatori 'assediano' la sede della regione: 'Basta cinghiali'

MARCHE - Strade intorno alla Regione Marche bloccate e duemila agricoltori e allevatori della Coldiretti in corteo per manifestare contro il mancato pagamento dei danni causati dagli animali selvatici.

Ma anche per il tentativo dell’amministrazione regionale di rendere sempre più difficile l’erogazione degli indennizzi, per l’incapacità di risolvere il problema.

Molti imprenditori indossano magliette con le foto di campi devastati dai cinghiali e di animali uccisi dai lupi, con le scritte “Grazie Pieroni” e “Grazie Casini”, i due assessori alla Caccia e all’Agricoltura. Centinaia i cartelli portati dai manifestanti con le scritte “Regione, fai più danni dei lupi “, “Presidente Ceriscioli salvaci dai burocrati e dai selvatici”, “Noi seminiamo i cinghiali raccolgono”, “Tra lupi e burocrazia muoiono le imprese”, con l'hashtag #bastacinghiali.

Tra i manifestanti c’è il presidente della Coldiretti Marche, Tommaso Di Sante, assieme ai presidenti provinciali Francesco Fucili, Paolo Mazzoni ed Emanuele Befanucci, oltre ai rappresentanti di Italia Nostra e dell’associazione dei consumatori Adusbef.

Alla Regione Marche la Coldiretti chiede la cancellazione del tetto massimo dei danni (il cosiddetto “de minimis”) peraltro già bocciato dal Tar Marche, lo sblocco dei pagamenti e la calendarizzazione della proposta di legge per risolvere il problema degli animali selvatici.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.