L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 18 novembre 2019

Da Montelupone alla Juventus University, la favola dell'allenatore D'Artagnan

Diego D’Artagnan è l’ex mister de Il Borgo Montelupone, società militante in Terza categoria che ha deciso di esonerarlo a novembre, forse con troppa fretta. Ma sta il fatto che il mister non si è abbattuto e proprio in questi giorni ha ottenuto un importante riconoscimento: il pass per la Juventus University, stage formativo selettivo riservato ad un massimo di 80 allenatori di calcio. 

Diego, è di pochissimi giorni fa la notizia che sperava da tempo. E' stato selezionato per lo stage della Juventus University. Di cosa si tratta? "La Juventus University è la “prima Università del calcio al mondo”,nata con lo scopo di trasmettere,diffondere ed insegnare il modello,i valori e la cultura bianconera ad Allenatori qualificati. Il management di Nike ed i vertici di Juventus Football Club hanno fin dall’inizio fortemente creduto nel progetto Juventus University per garantire a bambini,giovani e ragazzi di tutto il mondo l’insegnamento del gioco del calcio secondo lo stile Juventus, nella massima valorizzazione del processo di crescita nella sua globalità. Si tratta di un progetto unico suddiviso in 3 livelli di corso ( Base-Super-Top ),in grado di offrire differenti approfondimenti tecnici e formare il team che andrà a gestire le attività ed iniziative di Juventus Soccer Schools in Italia ed all’Estero. La figura del Tecnico oggi rappresenta il fulcro attorno al quale ruota il sistema sportivo giovanile e per questo motivo il tecnico deve avere un adeguata e specialistica preparazione. Frequentando Juventus University gli Allenatori potranno ricevere queste conoscenze specifiche, assimilare tutti i dettagli del modello JSS ed infine entrare nel mondo operativo di Juventus Soccer Schools per dimostrare le proprie capacità e qualità ed aspirare a diventare quello che il modello Juventus identifica nel GET, il prototipo del Tecnico ed Allenatore moderno, ridefinito Global Educational Trainer. Il programma Juventus University è diretto alla formazione di personale qualificato, idoneo all’insegnamento del gioco del calcio dalla fase di avviamento a quella di specializzazione. Il titolo di studio conseguito al termine dei corsi è titolo essenziale per l’ammissione alla graduatoria di My University e quindi agli organigrammi tecnici di Juventus Soccer Schools"

Come è nata questa straordinaria possibilità?"Tutto è nato a Milano alla fiera del Calcio, la World Football Show e presso l’hospitality della Juventus. Essendo Allenatore mi fecero sostenere un colloquio preliminare chiedendomi se fossi interessato a frequentare, qualora selezionato, la University Juventus ( a numero chiuso con un massimo di 80 Allenatori ). Anche se la possibilità credo mi sia nata dal momento del mio avvenuto esonero dal “gruppo” che allenavo sino a novembre. Ho imparato che non tutti i mali vengono per nuocere, soprattutto considerando che con il cambio posso dire di averci guadagnato, entrando a far parte del progetto Juventus. Infatti oltre a gestire la mia ditta Sport&Smile Eventi Sportivi, continuo ad investire il mio tempo/denaro negli aggiornamenti tecnici,infatti, mercoledi 9 Febbraio sarò all’aggiornamento tecnico che si terrà in Figc –Ancona,col quale avrò diritto ad 1pt formativo per il corso di Allenatore Professionista. Credo che mai come in questo caso un allenatore possa dirsi fortunato e soddisfatto per l’esonero. Dopotutto studiare, aggiornarsi, farsi trovare pronto è fondamentale,se poi a chiamarti è la Juventus, nonchè la propria squadra del cuore, è il massimo che si potesse pensare ed ottenere. Dopo aver frequentato l’University Juventus la stessa società mi impiegherà nello Staff Tecnico che prenderà parte a vari Camp estivi,Tirocini ed Eventi in Italia ed Europa".

Quali sono le sue prime sensazioni in merito? "Provo sicuramente piacere nell’essere stato preso in considerazione da una società professionistica come la Juventus vuol dire che il lavoro col tempo ripaga. Anche se devo dire che purtroppo la meritocrazia è sempre una chimera, soprattutto in ambito giovanile e dilettantistico dove spesso lavora chi è amico di, o conoscente di,e dove gravitano spesso pseudo dirigenti e pseudo addetti ai lavori che operano e lucrano sulle spalle di ragazzi,famiglie e allenatori".

E’ la prima esperienza in tal senso per lei?"Con la Juventus è la prima volta, mentre non lo è per quel che riguarda la collaborazione con società professionistiche. Infatti per 4 stagioni sono stato Osservatore Empoli Football Club per Marche-Abruzzo, partecipando attivamente anche ai loro Camp estivi organizzati su territorio nazionale; contribuendo attivamente alla scoperta di alcuni giovani talenti marchigiani/abruzzesi".

Allora in bocca al lupo Diego da parte di tutta la redazione de "L'Indiscreto" e, come dire…Se son rose fioriranno… "Crepi il lupo, la speranza è di fare bene e meritarmi questa chiamata. Sicuramente io ce la metterò tutta".

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.