L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 15 luglio 2019

Coop Adriatica dona 30 mila euro per per sostenere famiglie nell'acquisto di libri di testo

Un fondo per sostenere il diritto allo studio dei giovani e rendere meno gravoso l'acquisto dei libri scolastici per le famiglie in difficolta`. Lo ha istituito Coop Adriatica, che ha destinato alla Regione Marche 30 mila euro. La somma donata dalla Cooperativa andra` infatti a integrare il fondo per la scuola della Regione Marche ' assegnato dallo Stato sulla base della legge 448 del 1998 ' per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo delle scuole secondarie di primo e secondo grado, a favore di ragazzi appartenenti a famiglie con un reddito Isee fino a 10.632 euro. Per ricevere il contributo per l'anno scolastico 2011/2012, occorre rivolgersi ai Comuni ai quali la Regione eroghera` i contributi per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo. 'Nell'attuale fase di crisi economica la fascia dei giovani adolescenti risulta particolarmente esposta, il loro bisogno primario e` rappresentato dall'accesso e dal mantenimento allo studio. Come e` risaputo, infatti, i libri di testo costituiscono una delle voci di spesa piu` significative a cui vanno incontro le famiglie ' ha dichiarato l'assessore regionale all'Istruzione Marco Luchetti ' Ringraziamo pertanto Coop Adriatica per questa iniziativa, che dimostra una grande sensibilita` nei confronti dei temi sociali e della solidarieta`'.

I 30 mila euro donati alla Regione provengono dalla raccolta punti sulla spesa dei soci di Coop Adriatica, che hanno deciso di destinare quanto accumulato nel 2011, del tutto o in parte, a favore del fondo per il diritto allo studio istituito dalla Cooperativa. Nelle quattro regioni in cui Coop Adriatica opera ' oltre alle Marche, anche l'Emilia-Romagna, il Veneto e l'Abruzzo ' il catalogo punti ha permesso di raccogliere complessivamente 100 mila euro da destinare a questa iniziativa solidale; la raccolta, inoltre, continuera` con il catalogo 2012. 'Sostenere il diritto allo studio vuol dire investire sulla formazione delle giovani generazioni e dunque sul futuro della collettivita` ' ha affermato Marco Gaiba, direttore delle Politiche sociali della Cooperativa ' E` un obiettivo che anche i nostri soci hanno condiviso con generosita`. In questi anni proprio i bambini e i ragazzi sono stati maggiormente colpiti dai tagli alla spesa pubblica, dalla crisi economica e dalle nuove poverta`; la scuola e` la struttura piu` importante della rete del welfare territoriale, che va rafforzata con interventi innovativi'.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.