L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 12 novembre 2019

Ferrovie, cade l'ultimo diaframma della galleria Cattolica - Pesaro

"Stiamo procedendo a piccoli passi con grande impegno, mantenendo i programmi di crescita e ammodernamento delle nostre infrastrutture fondamentali... come lo sono la terza corsia dell'A14 e l'ammodernamento della linea ferroviaria adriatica. La Regione pur in un momento difficile sta guidando questo processo di crescita infrastrutturale che si inserisce in un piu` grande disegno di sviluppo regionale'. Cosi` l'assessore regionale Luigi Viventi ha accolto con soddisfazione la notizia, stamane, dell'abbattimento dell``ultimo diaframma della galleria ferroviaria Cattolica, fra Pesaro e Cattolica, sulla direttrice Adriatica Bologna-Lecce. Si completano pertanto i tanto attesi lavori di scavo del tunnel per oltre un chilometro, in affiancamento a quella esistente. Questo nuovo tunnel oltre a migliorare il transito dei treni in doppia direzione, consentira` finalmente il passaggio dei vagoni speciali portacontainer, finora impossibilitati a transitare per le ristrette dimensioni della galleria; in tal modo e` in via di risoluzione l'annoso problema che limitava il passaggio delle merci dal centro sud al nord del Paese. La nuova galleria e` formata infatti da un tratto centrale di tunnel naturale (950 metri) e da due tratti di galleria artificiale lunghi 40 metri (lato Cattolica) e 118 metri (lato Pesaro). L'allargamento fa gia` parlare della realizzazione della tanto agognata 'autostrada viaggiante' vale a dire il transito particolare anche di Tir fino a 4 metri di altezza completi di motrice e rimorchio caricati su speciali carri Merci. Tutto questo, favorendo lo sviluppo del traffico combinato intermodale strada-rotaia apre prospettive nuove e potenziali opportunita` anche allo scalo marittimo di Ancona. La direttrice adriatica infatti collega il sistema dei porti meridionali (Brindisi, Taranto, e Gioia Tauro) con il Nord Italia e il centro Europa ed e` parte integrante della rete trans europea. I lavori, che non comportano significative modifiche al traffico ferroviario, saranno ultimati entro la primavera del 2012, per un investimento complessivo di oltre 32 milioni di euro.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.