L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 18 settembre 2019

Mancati pagamenti dallo Stato a 4 mila imprese. A Roma la protesta degli agricoltori

Massimiliano Cesari, allevatore dell’Ascolano, attende 18.700 euro dal 2008; a Federico Droghini, agricoltore di Pergola (Pesaro), mancano 6.500 euro dal 2007; a Francesco Guzzini, recanatese, non ne sono stati versati 4.000, mentre Daniela Monaldi che produce biologico ne deve avere 2.800. Sono solo alcuni dei 4.000 casi di imprese agricole marchigiane che, denuncia Coldiretti, stanno aspettando, anche da anni, il pagamento dei fondi comunitari da parte dello Stato italiano, bloccati da malaburocrazia, anomalie inspiegabili, errori del sistema. Proprio per far valere le proprie ragioni gli agricoltori marchigiani della Coldiretti hanno manifestato a Roma, davanti all’Agea, che è l’Ente pagatore dello Stato.

“Un problema grave per le nostre imprese, soprattutto in un momento in cui è drammaticamente urgente il problema della liquidità, per affrontare la crisi e far ripartire le aziende danneggiate dal maltempo, che nella nostra regione è costato trenta milioni di euro al settore – spiega il presidente di Coldiretti Marche, Giannalberto Luzi, che ha preso parte alla protesta nella Capitale -. Lo Stato è puntualissimo quando si tratta di esigere i pagamenti dovuti ma non applica lo stesso metro quando è lui a dover pagare, peraltro con finanziamenti che vengono dall’Ue. L’obiettivo è fare in modo che tutti i problemi vengano risolti in tempi brevi, ma resta un assurdo che per far valere i propri diritti si sia costretti a venire a manifestare a Roma”. Alcuni degli agricoltori presenti sono riusciti a salire negli uffici per cercare di sbloccare la propria situazione e, in qualche caso, l’esito è stato anche positivo. Anzi, qualcuno, dopo aver atteso per anni, si è visto paradossalmente risolvere il problema in pochi secondi. “Ci aspettiamo che il reinsediato presidente dell’Agea Dario Fruscio che aveva avviato un processo di efficienza e di trasparenza possa riprendere con determinazione quel percorso per risolvere i casi del passato - ha affermato nel corso della manifestazione il presidente nazionale della Coldiretti Sergio Marini -, ma anche per migliorare la futura gestione dell’Agenzia, nell’interesse dell’agricoltura italiana”.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.